Tre Cime Alpin

C’é da divertirsi!, Un diavolo per capello Aggiungi un commento

Ieri è stata una bellissima giornata di fine estate, sole e temperature quasi estive hanno permesso che la quattordicesima edizione della Südtirol Drei Zinnen Alpin Lauf, la così detta Maratona della Tre Cime, si sia potuta svolgere senza intoppi e nel migliore dei modi!
Più di mille i corridori iscritti che da Sesto, in Alta Val Pusteria, sono arrivati di corsa fino al Rifugio Locatelli, ai piedi delle famose Tre Cime di Lavaredo.
La gara è partita alle 10:00 del mattino, con un gruppo di amici abbiamo aspettato di fronte al Locatelli, l’unico di noi che ha avuto la buona volontà di cimentarsi nella gara (ottenendo tra l’altro un risultato di tutto rispetto). Noi abbiamo deciso di salire al rifugio Locatelli da Misurina, pagando i 22€ di accesso per la strada delle Tre Cime, partendo dal Rifugio Auronzo e arrivando in circa un’ora al Rifugio Locatelli. Appena arrivati di fianco alle Tre Cime, si poteva sentire lo speaker che annunciava i primi arrivati in circa 1 ora e 30.

Davvero di ogni tipo le facce all’arrivo, 17,5 km e 1.350 metri di dislivello sono davvero un percorso impegnativo, anche per gli atleti più allenati! Primo classificato, Johnatan Wyatt, quest’anno alla sua quinta vittoria, con un tempo di 1h 29’02”, dietro a lui si sono piazzati il tedesco Helmuth Schiessl (1h 29’ 25”) ed il sorprendente azzurro di Riscone Roland Clara (1h 30’ 11”). Al quarto posto l’altro azzurro Thomas Moriggl mentre quinto si è piazzato l’austriaco David Schneider.

All’arrivo, ad accogliere i corridori stremati, un’organizzazione davvero ottima: torte, frutta, yogurt, acqua, vino erano a disposizione degli atleti in quantità davvero industriali.

A fare da splendida cornice al tutto, il panorama unico sulle Tre Cime di Lavaredo e sulle montagne circostanti, che con il cielo limpido di ieri erano davvero uno spettacolo senza pargoni!

Tags: ,

AddThis Social Bookmark Button

Scrivi un commento

alto-adige.com